Select your language


10, bd Dubouchage
Nice (F)
Tel. +33 (0)4 93856353
Fax. +33 (0)4 93801041




Data/Date: 13-11-2013 e 28-4-11
Tipologia del Locale: Ristorante gastronomico, 1 Stella Michelin
Chef: David Faure





The Convivium photoreports don't need captions (and most dishes names cannot be translated): although you wont find a full translation, simply looking at pictures you'll live an experience as if you were there.
Enjoy!


Descrizione

Aphrodite, ristorante dello chef stellato David Faure, si trova nel cuore di Nizza a poca distanza dalla città vecchia e dalla Gare Routiere, in un luminoso viale alberato.





Il locale si presenta con un design moderno e ricercato fin dagli esterni.
Gli interni sono strutturati in due ampie sale, la prima delle quali ha le caratteristiche di una veranda affacciata sul verde di un giardino d'inverno, decorata dalla fontana con cascata a pannello e dalle fioriere con le piante grasse.















Dalla veranda gli ambienti proseguono, otticamente separati da archi, in una seconda sala da pranzo a pianta rettangolare.







Il soggetto di questo quadro alle parete lo ritroverete in uno scenografico dessert del ristorante:



Nella nicchia di fondo, come in una alcova, trovano posto due intimi tavoli circondati da divanetti a semicerchio, illuminati da una luce morbida e calda.







Il carrello dei formaggi offre una piccola meditata selezione di prodotti.



La seconda sala da pranzo è fortemente caratterizzata da una verdissima parete di fondo, come una citazione della jungla e dalla grande cantinetta-cristalliera a temperatura controllata.
La osserviamo in due configurazioni differenti: apparecchiata normalmente con più tavoli, e con un lungo tavolo per evento di compleanno, come l'abbiamo vista nella nostra seconda visita.





















Le soluzioni d'arredo colpiscono per l'eleganza e l'originalità degli accostamenti: pavimenti in pietra color antracite, pareti in boiserie nera fino a metà altezza, che proseguono con pareti chiare spatolate color crema, quadri d'arte moderna illuminati da appositi spot, controsoffittature a grandi riquadri che, grazie ai giochi cromatici differenti, scandiscono otticamente l'ambiente in lunghezza, tende a pacchetto in tessuto goffrato -lo stesso dei tovagliati- di colore grigio verde... Tutto è ben studiato per creare un'atmosfera confortevole e di classe.





Le sedie di design hanno schienale alto e seduta in pelle.
Anche i bagni modernissimi sono stati progettati e arredati con cura.



La "mise en place" prevede posaterie Béard, coltelli Picard & Wielpütz e Virgule, bicchieri da acqua in vetro trasparente con applicazioni in rilievo di colore rosso e calici per il vino Guy Degrenne su ricercati tovagliati in tessuto goffrato in doppia tonalità, grigio chiaro con coprimacchia nero.
Eleganti e minimalisti i centrotavola "a boule" in acciaio inox con la piantina di Sanseveria, trovati nella nostra prima visita, e le zucche di forme e colori assortiti della seconda occasione.








Il personale si muove con rapidità e cortesia.



Una menzione particolare per il sommelier Mathias, che in entrambe le occasioni ha predisposto per noi un percorso enologico davvero interessante.