Select your language


Via Subida, 52
Cormòns (GO)
Tel. 0481 60531




Data/Date: 22-9-13
Tipologia del Locale: Ristorante gastronomico, 1 Stella Michelin
Chef: Alessandro Gavagna


ATTENZIONE!
Abbiamo pubblicato un nuovo reportage de La Subida, Trattoria Al Cacciatore a questo link.






The Convivium photoreports don't need captions (and most dishes names cannot be translated): although you wont find a full translation, simply looking at pictures you'll live an experience as if you were there.
Enjoy!


Descrizione

La Subida è un vero Relais de Campagne situato alle pendici delle colline del Collio Goriziano, tra vigneti famosi in tutto il mondo.
Grazie a Le Case del Bosco, di cui troverete un ricco Reportage in lemilleUnanotte, alla cucina si affianca un'offerta di ospitalità di grande suggestione, per una esperienza sensoriale davvero completa e indimenticabile.









La "vecchia entrata" della Trattoria Al Cacciatore è rustica e accogliente, con magnifici pavimenti in cotto antico.
Ci si immerge subito in una atmosfera quasi magica, circondati dal calore della squisita ospitalità del patron Joško Sirk e della sua famiglia.







Gli arredamenti sono un vero trionfo di legni, credenze, tende di lino con i pizzi, sedie impagliate attorno a grandi tavoli per lo più rotondi, piccole collezioni di oggetti vari, alte statuine femminili in ceramica provenienti da un laboratorio artistico di Cividale, oggetti decorativi in foglie di granoturco, cacciacione impagliata... per un risultato di grande suggestione.
"E' la nostra casa, dove ci sono le nostre cose, dove è disegnata la nostra vita" - raccontano Joško e Loredana Sirk... E gli ospiti che respirano questa atmosfera intrisa di campagna, di natura e di amore per la propria terra qui finiscono per sentirsi come a casa propria.





Proprio all'ingresso, un grande Fogolar sempre acceso accoglie gli ospiti con la calda magia della legna che arde.
Il ristorante è suddiviso in una teoria di salette che si succedono l'una all'altra.







La "sala delle arnie" è perfetta per i piccoli gruppi.
Il "soggiorno" è per stare come a casa vostra.









... La "sala della caccia" presenta influssi austro-ungarici: completamente rivestita in legno, raccoglie una collezione di trofei di caccia esposta alle pareti.
Scrive Joško nel suo libro di ricordi, pensieri e memorie intitolato "La Subida": "Lo so, un giorno dovrò rendere conto per le mie cacce, se non altri al Padreterno.
Dirò come dicono tutti gli amanti. Dirò che era amore..."







La "nuova veranda", che assieme alla "vecchia entrata" viene utilizzata anche per le colazioni del mattino, si distingue per una ambientazione più moderna ma sempre di grande charme.
Ricavata dalla chiusura con grandi vetrate del vecchio portico della cascina, ha il suo polo d'attrazione nel modernissimo camino di color antracite.















La cantina è affidata alle cure di Michele Paiano, preparatissimo sommelier con una seconda passione per i formaggi, per i quali ha allestito un carrello molto interessante.



A proposito della cantina, scrive Joško nella sua splendida carta dei vini: "... Della mia cantina sono un po' geloso ... Però se qualcuno mi chiede di vederla gliela mostro volentieri".

















Ecco infine i bagni, caldi ed eleganti come tutti gli altri ambienti.



Le apparecchiature sono molto curate, con ricchi tovagliati che scendono fino a terra, secchielli per il ghiaccio in rame, posateria in argento e calici adeguati ai vini proposti, alcuni con il logo degli stessi produttori, altri a marchio Rastal.
Spiccano i sottopiatti in rame.







Il servizio è preciso e puntuale, cortese e scandito con i giusti tempi.
Vi collaborano attivamente Loredana e Tanja, rispettivamente moglie e figlia di Joško.