Sommario Contents


Piazza Vittorio Emanuele II, 17
Govone (CN)
Tel. 0173 58057
348 2533616



Data/Date: 23-1-11
Tipologia del Locale: Ristorante gastronomico, Stella Michelin
Chef: Pier Bussetti

Il locale ha purtroppo annunciato la chiusura nella primavera 2012.
Ne lasciamo pubblicato il reportage, che illustra la cucina stellata di Pier Bussetti.





The Convivium photoreports don't need captions (and most dishes names cannot be translated): although you wont find a full translation, simply looking at pictures you'll live an experience as if you were there.
Enjoy!


Descrizione

La nuova sede di Pier Bussetti, già stella del firmamento piemontese con la Locanda Mongreno a Torino, si trova oggi a Govone splendidamente inserita nelle ex Scuderie Reali della prestigiosa Residenza Sabauda, che dal 1997 è Patrimonio dell'Umanità protetto dall'UNESCO.





La convivenza fra l'antico e il moderno è frutto di una progettazione attenta e sapiente, che ha saputo incastonare con forte impatto estetico ed emozionale ambienti di modernissima eleganza ed attrezzature "hi-tech" in un contenitore storico di assoluto prestigio.











Al di là delle porte a vetri automatiche, l'ampio ingresso con il pavimento rivestito in legno pregiato è arredato con grandi sculture dedicate allo chef, tra cui spicca "Il segreto svelato" di Osvaldo Moi, opera in marmo che ritrae le mani di Pier Bussetti.
Appena oltre, il monumentale scalone aulico conduce al secondo livello, che ospita le sale del ristorante.







Ogni singolo elemento storico della struttura non si limita a coesistere con la modernità delle soluzioni architettoniche (chiaro richiamo allo stile e alla filosofia dello Chef) ma anzi risalta ancor più nettamente dal contrasto degli elementi, assolutamente voluto e ricercato.







Una prima sala, con funzioni di salotto, è arredata con grandi divani in color viola.
Gli ambienti sono caratterizzati da spazi aperti in successione, delimitati da quinte autoportanti dalle linee tese alla cui funzione estetica si affianca quella tecnica di ospitare gli impianti adibiti all'illuminazione, che è stata progettata per essere gradevole, riposante e di grande impatto.





Tutti i passaggi sono caratterizzati da portali neri, di linea netta e rigorosa, al di sopra dei quali i soffitti a volte si fondono nel bianco intenso dell'illuminazione.
I pavimenti ripetono il medesimo parquet della sala d'ingresso.







Le due sale da pranzo sono arredate con grandi tavoli molto ben distanziati serviti da comode poltroncine in tessuto scamosciato; tutti gli ambienti sono pervasi da una lussuosa atmosfera di piacevolezza.
Alcune delle quinte ospitano mensole in vetro con i bicchieri celati dai cristalli opalini, altre recano motivi serigrafati.







La cucina è ben visibile dai tre oblò che si aprono nell'ultima parete di fondo.
Anche i bagni, che si trovano accanto alla zona guardaroba arredata con boiseries e porte scorrevoli, sono modernissimi e piacevoli.



La cantina è adeguata alle necessità di un locale di questa levatura, il cui scopo principale è di soddisfare le esigenze dei suoi ospiti in tutte le possibili faccettature.



In cucina non è stato facile integrare la moderna tecnologia con la struttura delle murature originali, ma il risultato finale -una volta prese le misure con gli ingombri delle volte nei passaggi- è stato eccellente.







La cucina di Pier Bussetti, originario di Chivasso con lunghi trascorsi nel Canavese, merita qualche nota di approfondimento.
Si autodefinisce "euristica", dalla disciplina rivolta ad individuare nuovi dati e nuove verità attraverso la ricerca.
Quella di Pier è finalizzata all'estrazione del gusto dei singoli ingredienti e alla sua valorizzazione, all'esaltazione delle caratteristiche peculiari di ciascuna materia prima utilizzata e al raggiungimento di equilibri diversi tra le varie tonalità espressive dei prodotti.
Un'opera appassionata che gli è valsa fama e prestigio, sfociati in collaborazioni e consulenze in materia di ristorazione e docenze presso l'Istituto Professionale Alberghiero di Stato e presso lo IAAD (Istituto di Arte Applicata e Design) di Torino dove detiene la cattedra del Corso "Food & Design".



La "mise en place" prevede raffinatissimi tovagliati di lino Rivolta Carmignani, stoviglie Schönuber Franchi serie "Reggia" by Matteo Thun, posaterie Sambonet e calici Spiegelau.



In cucina Pier Bussetti lavora a tempo pieno con la collaborazione della sua équipe affiatata, costituita da Lorenzo, Vasil e Renata.
In sala con l'aiuto di Edoardo, i soci di Pier, Rosanna Basso -maitre e sommelier- Fabrizio Verderosa e Andrea Pagoni, squisiti anfitrioni a vostra disposizione per accompagnarvi nella scoperta di una cucina foriera di emozioni.
Coronavirus: tempo reale, consigli, iniziative dei Ristoranti

Emergenza Covid

Delivery
& Take Away Scopri tutto
My Convivium: installa l'App!

My Convivium App

free, safe, tested
Installa l'App! Scopri come
Sopporter, i partner raccontano

SöpporterMagazine

Istruzioni per convivere con uno Chef...
Come supportarlo e... sopportarlo!

Vai alle Interviste
Galateo del Vino

Galateo del Vino

Lezioni in cantina con Giulio Morando: usare il cavatappi, versare il vino, tenere il calice...

Vai ai Video

lemilleUnanotte

La Meridiana CastaDiva Resort & Spa Le Mas Candille Villa Principe Leopoldo Hotel & Spa Villa d'Amelia Relais Da Vittorio

lemilleUnanotte
La Guida che presenta grandi Dimore da sogno e piccoli alberghi, Relais e locande d'incanto...